"Io sono un drago: la vera storia di Alessandro Mendini" a Milano
mendini

© Triennale Milano

Sarà visitabile fino al 13 ottobre la mostra dedicata ad Alessandro Mendini realizzata da Triennale Milano in collaborazione con Fondation Cartier pour l'art contemporain e Archivio Mendini e curata dallo storico, critico ed esperto di architettura Fulvio Irace.

Dal titolo "Io sono un drago. La vera storia di Alessandro Mendini", si ispira a un disegno del 2006 di Mendini in cui l'architetto si autoritrae in modo ironico e composito: la testa di un designer, il corpo di un architetto, le mani di un artigiano, il torace di un manager, lo stomaco di un prete, il piede di un artista, le gambe di un grafico e la coda di un poeta.

Ospitata nelle sale del Palazzo dell'Arte, in viale Emilio Alemagna 6, segue un percorso espositivo curato da Pierre Charpin, che articola lo spazio in sezioni aperte, dove i visitatori saranno accompagnati da più di 400 opere di varie forme, materiali e temi, provenienti da molteplici collezioni sia pubbliche che private, inclusi pezzi dell'Archivio Alessandro Mendini, della Fondation Cartier, della Triennale, del Museo Abet Laminati, del Groninger Museum, del Vitra Design Museum, di Alessi e di Bisazza. La mostra riflette il modo in cui Mendini vedeva il mondo. La sua capacità di empatizzare con gli oggetti quotidiani e il suo modo di scoprire il mistero e la poesia nelle cose più banali trasforma il comune in un'inaspettata rivelazione del meraviglioso nell'ordinario.

Alessandro Mendini
Protagonista del design italiano, nato a Milano nel 1931, Mendini si è diplomato al Politecnico di Milano negli ultimi anni cinquanta. Inizia la sua carriera presso lo studio Nizzoli, distinguendosi rapidamente per il talento creativo. Fu raccontato come un innovatore radicale nell'ambito del design made in Italy, influenzato dalle correnti del Radical Design e da un attivo contributo nei dibattiti sull'architettura, anche attraverso la direzione di eminenti riviste come Casabella e Domus, su invito di Gio Ponti stesso. Nel 1989, insieme al fratello Francesco fondò l'Atelier Mendini, un'epoca segnata dall'avvio di fruttuose collaborazioni con rinomate aziende quali Alessi, Zanotta, Bisazza e Cartier. I suoi progetti includono il Museo Groninger, realizzato tra il 1988 e il 1994 e successivamente nel 2010; le fabbriche Alessi e il Forum-Museum di Omegna del 1996; il Teatrino della Bicchieraia ad Arezzo del 1998; il progetto di ristrutturazione urbanistica del quartiere Maghetti a Lugano dello stesso anno e le tre stazioni della Metropolitana di Napoli completate nel 2000.

Per maggiori informazioni » Triennale-Alessandro-Mendini

17 Aprile 2024

CONDIVIDI
  • Stampa Articolo
  • Invia Articolo
IN EVIDENZA
CALENDARIO EVENTI
PROSSIMI 10 EVENTI      
21
GIU
Franzosomarinelli: “La reinvenzione del quotidiano”
 17:00 - 19:00   passaggio Canonici Lateranensi 1   sede dell'ordine 
21
GIU
Digitalizzazione del settore delle costruzioni
 14:30 - 18:00   via San Martino della Battaglia 18   sede dell'ordine + webinar 
25
GIU
Webinar “Direzione lavori”
 15:00 - 18:00   via Solferino 19 + webinar   sede dell'ordine + webinar 
26
GIU
“Arte e spazio - IV edizione”
 17:00 - 20:00   via Solferino 17 + webinar   sede dell'ordine + webinar 
26
GIU
Webinar “Protezione civile. Il ruolo delle professioni tecniche”
 09:30 - 13:30   webinar   webinar 
29
GIU
Il Vittoriale degli italiani e Gardone Riviera Liberty
 14:30 - 18:00   Gardone Riviera   Vittoriale degli Italiani 
09
LUG
Webinar “Direzione lavori”
 15:00 - 18:00   via Solferino 19 + webinar   sede dell'ordine + webinar 
SEGUICI SUI SOCIAL
UTILITÀ
  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Condizioni d’uso
  • Credits
  • Webmaster
comunicazione@architettilombardia.com